Proprio così

Proprio così

Lucida pioggia
e poi il sole
è nube stantia
la bianca infermiera
che apre goccia nel braccio
ed il silenzio
è solo una volta
e ti trasporta
dall’unghia reparto
ed il corpo che afferra
nel buco di terra

ed eri già bella
eri scritta nell’aria
quando appena cantavi
sulle caviglie sottili
ed eri proprio così

ed il silenzio
è solo una volta
e ti trasporta
dall’unghia reparto
ed il corpo poi afferra
nel buco di terra

ed eri già bella
eri scritta nell’aria
quando appena cantavi
sulle caviglie sottili
ed eri proprio così
il tuo ultimo sguardo
uno spettacolo d’occhio
il tuo ultimo sguardo
uno spettacolo d’occhio

Testo / Musica: Mario Vari

24 comments to Proprio così

  • Bassquilla

    a pè!
    sto brano non si chiama “lucida pioggia” ma “PROPRIO COSì”…
    è stato deliberato dal consiglio del soviet supremo dei R6 subito dopo la creazione del brano; mario vari ha una memoria di merda!
    ciao
    Giannicola

  • Caro Giannicola,

    ecco fatto!

    ….. Mario Vari avrà anche una memoria di merda, cosa di cui dubito visto il suo fisique da elefante nella cristalleria, però è l’autore della canzone e mi sa che non gli cala più di tanto il sottostare all’immanenza del potere del consiglio del soviet supremo! …. È anche, notoriamente, un gran furbetto del quartierino, come noi tutti ben sappiamo….

    Saluti libertari (e solidali con l’autore),
    Peppiniello D’Acciaio
    (Lo admin supremo)

  • bassquilla

    mario vari è ovviamente membro del soviet supremo, dunque copartecipante alla decisione del titolo…
    è ministro per l’attuazione della creatività ma soggetto al controllo del consiglio del popolo R6…
    complimenti per la celerità!
    saluti proletari,
    Giannicola

  • Mario Vari

    Potrei chiamarla concessione di democrazia decisionale proprio perchè tu e gli altri possiate illudervi di aver partecipato.

    Un saluto

  • BASSQUILLA

    se questa spocchia e spavalderia la si avrebbe anche nei fatti le cose andrebbero meglio.
    tante parole per rimanere praticamente immobili.
    il sole è già alto uomini.
    saluti

  • BASSQUILLA

    E.C…….avesse

  • claudio ranieri

    credo che la questione si faccia interessante……….

  • Mario Vari

    “se questa spocchia e spavalderia la si avrebbe anche nei fatti le cose andrebbero meglio”

    Intanto ” se questa spocchia e spavalderia la si AVESSE anche nei fatti”

    Questa sera continuo.

  • BASSQUILLA

    infatti se vedi il commento successivo c’è un’ “errata corrige”….arrivi sempre dopo lo sparo! SVEGLIAAAAAAAAAAAA

  • Mario Vari

    Avevi corretto? bene, evidentemente hai un buon programma correttore, però ricordati di usarlo prima di postare non dopo.
    Mi accusi di vanteria o boria per aver affermato che in realtà si tratta di una concessione e non di una decisione collegiale e democratica, mi domando come potrebbe essere diversamente. Usciamo però dal nostro particolare, legato agli R6, altrimenti facciamo ridere più delle tue sgrammaticature.
    Una poesia, una qualsiasi poesia nel momento in cui è data perde, secondo me, ogni originario legame interpretativo con colui che la ha pensata e scritta: voglio dire che essa è immessa nel mare dell’ermeneutica e diviene e si combina, filtrandosi con l’esperienza personale di chi legge, in un nuovo accadere. Se però da un lato questo è il destino della poesia, per i romantici la deriva, non vi è dubbio che non possa sussistere democraticità o collegialità sia sulla paternità originaria di essa sia su ogni singola parte, titolo compreso, essendo ogni poesia gioia e sofferenza o altro ancora di indefinibile, ma sempre rigorosamente il frutto di chi, nel bene o nel male, l’ha creata tirandola via con le pinze dalla propria esistenza. “Scrivere poesie non è difficile, è difficile viverle” diceva Bukowski. Il collegio può esprimere una opinione, è bella – fa schifo – bisogna adattarla, ma nulla può sulle scelte di chi ha scritto una poesia. Pertanto se la mia è spocchia, la tua è immensa pretesa di violenza. Ma perché mi meraviglio sei di via at………….

    Per favore ai prossimi concerti lascia stare il microfono e astieniti dall’interpretare le canzoni. Soprattutto non fare dediche.

    Un saluto

  • BASSQUILLA

    si si, la conferma è proprio questa: SPOCCHIA e SPAVALDERIA….
    entri in un sito, lasci commenti a distanza di mesi senza renderti nemmeno conto che il riferimento era esclusivamente al titolo che la tua pigrizia e disattenzione portano sempre ad essere la prima frase della canzone…e bada bene: CANZONE O brano musicale se preferisci…niente di più, perchè nel momento in cui i tuoi testi vengono trasformati in forma musicale diventano canzoni ed entrano in un vortice in cui l’anima di ognuno di noi le interiorizza e le fa “sue” senza rapinarne la paternità e lo spirito di chi le ha create……si parlava solo di un titolo…nessuno ha imposto. Se vuoi scrivere solo poesie nella tua patetica solitudine, pubblica un libro. La tua mancaza di capacità di sentirti parte di un gruppo, di un insieme rende tutto drammaticamente ridicolo nascondendoti dietro Bukowski.
    Non preoccuparti dei prossimi concerti: se vorrai ancora decantare le tue opere in pubblico, o Vate, trovateli tu.
    Sono in ferie.
    DAI GUSTISSIMO! ahaahah
    Saluti.

  • Max

    come si fa ad autenticarsi?

    Risposta di Peppe:
    – Caro Massimiliano,
    se leggessi le mie mail, come qualsiasi altra cosa, con meno nevrastenia e maggiore calma ed attenzione, avresti già saputo che quando qualche utente del sito posta il primo commento viene messo dal sistema in attesa di approvazione da parte mia in quanto admin del sito; io vengo avvertito del commento in attesa di approvazione da una mail: quando la leggo e quando ho tempo e possibilità di collegarmi come admin, se è il caso cioè se non si tratta di spam, l’approvo ed automaticamente il commento viene pubblicato ed il suo autore autorizzato a scrivere senza più bisogno di autorizzazione; l’autorizzazione la posso sempre revocare in qualsiasi momento, così come posso, solo io e come è nel caso di questo, cancellare o editare i singoli commenti. Chiaro?
    Ciao, un abbraccio,
    Peppe

  • Max

    Comunque giannico’ e lu ver non fare dediche per favore

  • Max

    ma perchè questo cazzo di forum non funziona come tutti gli altri in cui l’ultimo commento va sopra e non sotto?

    Risposta di Peppe:
    – Caro Max,
    * primo, questo non è un forum! È uno spazio PUBBLICO per i commenti agli articoli, poesia di Mario Vari testo di una canzone dei Reparto 6 come nel caso di questo in questa pagina;
    * secondo, se volete un forum sul quale dibattere si può fare ma dobbiamo valutare se sia il caso e decidere di conseguenza… Nulla di più triste di un forum abbandonato o poco e/o con scarsa qualità frequentato! Ciò non toglie che anche lo spazio per i commenti si possa usare per dibattere fra di noi, come sta avvenendo sotto questa pagina del testo di “Proprio così” ma abbiate comunque presente i diversi ambiti e funzioni;
    * terzo, tutti i motori, sia di forum che dei commenti ad un articolo, implementano la possibilità per l’amministratore di scegliere l’ordine di visualizzazione cronologica dei post: si da il caso che una delle cose che più mi disturbano quando seguo una discussione sia quella di dover andare a ritroso nelle pagine per leggere dal primo post all’ultimo per capire la logica e l’ordine dello sviluppo della discussione: per questo ho ritenuto che la visualizzazione in ordine cronologico partendo dal primo post e via a seguire fosse la più semplice e comoda…. Sempre pronto a cambiare idea e, di conseguenza, organizzazione della visualizzazione dei commenti se mi si dimostra e convince del contrario! Comprì?!?
    Ciao, Peppe

    Ps.): Anche se per qualcuno può far fico usare un linguaggio simil-parlato, stradaiolo, infarcito di termini forti, ritengo ciò disdicevole per un sito di comunicazione pubblica globale di una factory artistica quale siamo in quanto “Villa Raspa Factory Organizzazione” ed attività e band ad esso correlate e collegate, oltre che inappropriato per un luogo accessibile a chiunque senza filtri… Quindi invito te, caro Max e chiunque in futuro, a moderare termini e linguaggio e ad usare ponderatezza, gentilezza e raffinatezza, soprattutto di attitudine, pensieri, gesti ed approcci: – Non sempre, anzi raramente, lo scazzo, la stizza (per non dire la maleducazione), sono approcci ed attitudini giustamente punk!

    Saluti libertari, Peppe

  • BASSQUILLA

    ecco un altro che arriva e parla a cazzo di cane! ma quali dediche?? il tragico è chi sbaglia le strofe! ecco caro max

  • BASSQUILLA

    vedete un pò di parlare di cose serie e di non adagiarvi su cose futili che servono solo per nascondere la vostra pigrizia.
    PASSO E CHIUDO

  • BASSQUILLA

    comunque, non servirà a chiudere la diatriba ma se facciamo ancora un piccolo sforzo saremo veramente grandi.
    è opinione di molti, fidatevi.
    con amicizia saluto

  • Max

    Ok
    comunque il concerto è andato bene anche se altre volte abbiabo vriciato di più siamo piaciuti a abbiamo venduto anche diverse copie del CD.
    magari la prossima volta ricordiamoci di programmare meglio le pause per accordare e riposarci (come avevamo fatto al mono e all’ecoteca)
    ciao

  • Max

    ma perchè non istallate skipe così possiamo parlare gratis?
    ecco la pagina dove potete scaricarvi l’ultima versione di skype: http://www.skype.com e cliccate su download. Una volta istallato il programma inserite il mio indirizzo sulla rubrica: ———————– < -(edit by admin)
    Ciao

    Risposta di Peppe

    Oh Max, ho reso il link a Skype attivo, ho cancellato il link attivo alla versione di Winzozz che avevi messo tu così chiunque si va a scaricare da se la versione che gli interessa e soprattutto ho CANCELLATO il tuo indirizzo/account… Ma che sei pazzo a renderlo pubblico, vuoi essere inondato di spam e/o rubato di identità! …. I ROBOTS girano incessantemente…. !!!
    Peppe

  • Mario Vari

    Sono in accordo con il post n°14 di Peppe.
    Al post n° 18 di Plaza rispondo che per andare meglio bisogna solo provare di più.
    Hanno approvato la riforma scolastica, destra e sinistra sono uguali vero Plaza?
    Sembra siano in trincea anche le scuole cattoliche private che lamentano il taglio di 133 milioni; faccio però una previsione, vedrete che il governo reintegrerà con cospicui interessi, sotto altre forme, la chiesa e quindi anche la scuola cattolica. In tal modo la scuola pubblica risulterà depredata, quella privata laica subirà le medesime sorti e quella privata cattolica tornerà ai fasti di un tempo senza che nessuno possa proferire parola. Un capolavoro.
    Peppe puoi anche partecipare non è che devi fare per forza il moderatore.
    Un saluto

  • BASSQUILLA

    mi sa che mi devo spicciare tosto per sta laurea visti i tempi….

  • Max

    Ok peppe hai fatto bene
    ciao

  • Max

    Risposta a Mario

    Secondo me non è una questione di prove prchè i pezzi li abbiamo fatti bene è solo che non eravamo in tiro. Secondo me dipende anche dal locale che è freddo: la gente si mette a debita distanza, le pause troppo lunghe tra un pezzo e l’altro, ecc

    Riguarda alla questione del governo rispondo che è stato proprio il centro sinistra a fare il pacchetto treu, ad inserire il sistema previdenziale contributivo, l’ultimo Prodi ha abbassato ulteriormente i coefficienti rivalutazione per le nostre pensioni, sostanzialmente non ha toccato la riforma delle pensioni fatta da maroni, questo mi sembra un attacco a tutto il mondo del lavoro o no?
    E’ chiaro che quando dico che sono uguali è una semplificazione, delle differenze ci sono, la sinistra è più per la spesa pubblica (daltronte nel pubblico impiego hanno un grosso bacino elettorale) mentre la destra è per meno stato, per guadagnarsi il favore del bottegaio, del piccolo professionista, ecc. loro base elettorale ma tutti sono concordi nel difendere gli interessi generali della classe dominante. Lo si vede nel fatto che tutti sono daccordo nel salvataggio pubblico delle banche e delle grandi imprese (si parla di nuovo di rottamazione, ecc. ma quella precedente non l’aveva forse fatta la sinistra?). Questo salvataggio richiede un impiego di denaro tale che da qualche parte i soldi li dovranno andare a prendere. Poi sinceramente se il dentista con berlusconi è più facilitato ad evadere non me ne può frecar di meno (si puo dire? scusa moderatore visto che siamo nello spazio pubblico di oxford) visto che tanto i soldi dello stato servono a salvare le banche.

  • Mario Vari

    POST DEL 29.10.2008 n° 20

    CITTA’ DEL VATICANO – Non sono servite manifestazioni, sit-in, o lezioni all’aperto. E’ bastata la minaccia della mobilitazione delle scuole cattoliche per far cambiare idea al governo nel giro di qualche ora. I fondi per le scuole paritarie “vengono ripristinati”, ha assicurato il sottosegretario all’Economia Giuseppe Vegas a margine dei lavori della commissione Bilancio del Senato sulla finanziaria. “C’è un emendamento del relatore che ripristina – dice Vegas – il livello originario, vale a dire 120 milioni di euro. Possono stare tranquilli, dormire su quattro cuscini”. Nonostante le rassicurazioni, anche il Papa ha fatto sentire la propria voce: “Gli aiuti per l’educazione religiosa dei figli – ha detto Benedetto XVI – sono un diritto inalienabile”.

    Al post 23 di Massimo My God!

Leave a Reply

  

  

  

dodici − tre =

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>