Sintetica scheda di presentazione della Villa Raspa Factory Organizzazione

Scheda di presentazione della

“Villa Raspa Factory Organizzazione”

-La “Villa Raspa Factory”, cos’è? -:

La “Villa Raspa Factory” è il luogo fisico ove si svolgono le attività di produzione musicale delle band e dei singoli artisti che liberamente, democraticamente, paritariamente e con responsabili modalità autogestionarie usano la sua struttura ed i beni strumentali in essa posti in opera.

In una casetta di mq. 100, la cui costruzione in muri portanti di mattoni pieni risale ai primi anni ’60 e che è stata fino ai primi anni ’90 una stalla dove venivano ricoverate 36 vacche da latte, il sottoscritto Peppe Di Santo, dopo averla presa in affitto per uso di laboratorio artigianale ad Ottobre del 1995, ha costruito in due stanzoni di grandezza equivalente una sala di ripresa audio che funge anche da sala prove ed una stanza attrezzata, interconnessa tramite cablatura alla sala di ripresa, a sala di regia audio che ha spazi divisi ed attrezzature per fungere anche da laboratoriorio di autoproduzione dei CDR-A dimostrativi delle band e di autocostruzione, restauro, tarature di strumenti musicali, amplificatori, elettroniche ed accessoristica.

– “Il tempio della tua follia”, cos’è? -:

Luogo: interno giorno nella cucina di casa di mia madre;

-Scena: lei al lavandino che lava i piatti, di spalle di fronte a me che pranzo seduto alla tavola; silenzio di entrambi carico di tensione; di colpo lei di scatto si gira, le mani inguantate sollevate per aria grondanti acqua saponata, irata sbotta:

“Io… Io ti ho capito a te… Ché sei mio figlio e ti conosco fin troppo bene! … Tu non stai costruendo una sala prove per suonare… Tu!… Tu!… Tu stai edificando
il tempio della tua follia!”

Scoppio a ridere, irrefrenabile; per l’accesso violento cado dalla sedia, mi rialzo e, con le lacrime agli occhi per il troppo ridere e per il dolore della caduta, l’abbraccio stringendola forte, lei che gesticola ancora irata ma le viene da ridere pure a lei, la copro di baci sul viso avvampato. Esclamo:

“Bellissimo! … Siiii! … È vero! Bravissima! Hai ragione, è proprio il tempio della mia follia e sarà così per tutti quelli che vi suoneranno!… Brava, l’hai battezzato ché meglio non avrei saputo!”

E fu così che venne fuori anche il nome dello studio di registrazione della factory…

… Luogo fisico-base produttiva che io ho voluto, cercato, progettato, trovato e costruito con l’aiuto fondamentale di alcuni fratelli ed amici, per farne un laboratorio tecnico e creativo per fare musica, Una “factory” artistica, appunto. Di produzione libera, totalmente indipendente, autogestita ed autogenerativa.

Contiene uno spazio laboratorio tecnico, una regia audio ed uno studio, “Il tempio della tua follia”, sala prove e di registrazione sui generis, particolare ed esoterico-povera. Con un grande suono.

La “V.R.Factory” è il luogo operativo della “V.R.Factory Organizzazione”, la libera associazione di individui creativi che lì vi producono musica. Oggi siamo i “Reparto 6”, il mio fratello più piccolo Stefano con le sue canzoni rock coadiuvato dall’amico Ernesto Massimo Laffi in vari progetti fra i quali “Stefano Di Santo e La Sua Banda Elettrica”, Pino Silveri nella versione “P.S. ESPERIMENT” e nella versione “Pino Silveri VS Globster dj set” ed io, il sottoscritto Peppe Di Santo, fino ad oggi produttore artistico e ingegnere del suono e spero presto, prima che sia troppo tardi, anche autore e musicista con la band che devo formare, i “TetaVeleta”. … Anzi meglio le “Teta Veleta”, ché spero presto di incontrare ed assemblare una band di ragazze selvagge con cui realizzare, interpretare ed eseguire il mio antico e sterminato canzoniere punk.

La “Villa Raspa Factory Organizzazione” produce anche una propria discografia attraverso la sua etichetta, la “Totem Etrangle Edizioni private”.
Il catalogo si va formando intrigante e consistente.

Quello che ancora soprattutto ci manca sono degli elementi capaci e creativi che lavorino con noi occupandosi di grafica, fotografia, video, web-design, relazioni pubbliche, promozione, distribuzione e management.

Leggete tutto questo come una accorata inserzione di richiesta di contatto per un qualcosa che potrebbe anche diventare un lavoro. O per qualcuno che già lavora nel campo potrebbe essere un’ottima occasione di esperienza e arricchimento professionale e personale.

Abbiamo oltremodo bisogno di uscire fuori a suonare, perché ci piace e perciò dobbiamo farlo
e perché comunque produciamo tutti, ognuno con le proprie specificità, grande, vera
arte musicale popolare contemporanea.

1 comment to Sintetica scheda di presentazione della Villa Raspa Factory Organizzazione

Leave a Reply

  

  

  

1 × due =

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>