I like your eyes

I like your eyes

Ho paura di guardare
solo voglia di giocare
masturbandomi il cervello
in confuse operazioni
sono in cerca di qualcosa
che mi faccia compagnia
una scarica indecente
come una chitarra urlante

I like your eyes

Forme strane, strane luci
sogni incubi e visioni
son passati tanti anni
e sto ancora qui a pensarci
perché quello che io voglio
non é l’erba ma il midollo
cerco un fine al mio periglio
beatrice, ventre, terra, concubina

I like your eyes

Testo / Musica: Mario Vari / Claudio Di Berardino

Leave a Reply

  

  

  

quattro + 5 =

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>